La tragedia di Bhopal.

ll 4 maggio 1969 il ministero dell’Agricoltura indiano informa con una lettera l’emissario della Union Carbide dell’intenzione di concedere la licenza per fabbricare ogni anno 5.000 tonnellate di pesticidi. “Erano già 38 i paesi in cui la Union Carbide aveva issato la sua bandiera con la losanga blu e bianca, ma l’India era stato il […]

Read More La tragedia di Bhopal.

La storia di Heer e Ranjha

Ci sono storie senza tempo, come la tragica storia d’amore di Giulietta e Romeo. Anche l’India ha storie popolari di amore contrastato ed una è quella di Heer e Ranjha, ormai parte del patrimonio culturale Indiano e Pakistano. Ci sono molte versioni di questo racconto ma la più conosciuta è quella scritta, in forma di […]

Read More La storia di Heer e Ranjha

Happy Gurpurab, Guru Nanak

Oggi, 17 novembre, la comunità SIKH, stanziata in tutto il mondo, festeggia il compleanno del suo primo guru (in sanscrito significa “discepolo” o “allievo” e in lingua punjabi vuol dire “rivelatore”, “profeta”),GURU NANAK. NANAK nasce, nel 1469, a Tolevandi (ora Nankana Sahib), vicino a Lahore (che dal 1947, anno della spartizione inglese, appartiene al Punjab […]

Read More Happy Gurpurab, Guru Nanak

La forza della diversità

Originally posted on Spaziocorrente:
La diversità è una ricchezza … ma fa paura. E’ in ogni cosa, eppure non sempre siamo pronti ad incontrarla. E’ strano perchè solamente dal confronto tra idee diverse può nascere una soluzione di un problema. La piattezza di un dibattito, la monotonia del concordare a prescindere, rende un grande danno…

Read More La forza della diversità

La favola indiana del vaso rotto.

Un portatore d’acqua, in India, aveva due grandi vasi, ciascuno sospeso alle estremità di un palo che portava sulle spalle. Uno dei vasi aveva una crepa, mentre l’altro vaso era perfetto. Alla fine della lunga camminata che l’uomo faceva dal ruscello verso casa, il vaso integro arrivava colmo di tutta l’acqua raccolta, mentre quello crepato […]

Read More La favola indiana del vaso rotto.