PALAZZO UMAID BHAWAN A JODHPUR “la città blu”

umaid-bhawan-jodhpur

l’India non è solo nota per la sua cultura, le sue tradizioni senza tempo, ma anche per l’arte e i suoi magnifici monumenti, palazzi, forti e templi.

Questa maestosa struttura è stata costruita da Maharaja Umaid Singh tra il 1929 e il 1943. Il motivo di costruire questo palazzo era offrire lavoro ai suoi sudditi nel periodo di siccità e carestia. Oggi questo palazzo reale è la più grande residenza privata del mondo. Una parte del palazzo nel 1972 è stato convertito in albergo di lusso, una parte è ancora residenza della famiglia reale di Jodhpur ed ospita un piccolo museo. Recentemente, Umaid Bhawan Palace è stato premiato come miglior hotel del mondo al Travellers Choice Award, che è stato organizzato da TripAdvisor.

Il palazzo è situato sulla cima della collina Chittar, a sud-est del centro tra 26 acri di lussureggianti giardini verdi e conta 347 camere totali e suite che si aprono per i suoi ospiti. Ogni camera è unica e dotata di arredi d’epoca sontuosi e manufatti provenienti da tutto il mondo. E ‘stato progettato dal famoso architetto Edwardian Henry Lanchester su grande scala che incorpora l’artigianato dell’ est e ovest con una cupola di ispirazione rinascimentale e 105 torri che raccontano le storie dell’epoca Rajput.

umaid-bhawan

16 thoughts on “PALAZZO UMAID BHAWAN A JODHPUR “la città blu”

  1. raffaelespera scrive:

    L’India una terra da amare prima di scoprirla.

    • passoinindia scrive:

      Si davvero! E’ bene saperne qualcosa prima di visitarla cosi si possono gustare ancor più tutte le sue bellezze e anche capire le sue contraddizioni. E questo vale per qualunque Paese si visiti. Diciamo che è un dovere del vero viaggiatore. Grazie della visita. Buona giornata.

  2. Safranina scrive:

    Che meraviglia!! Quanto costerà alloggiare in un posto simile? Non oso immaginare..

    • passoinindia scrive:

      Non poco.pero in india ci sono albergo bellissimi anche storici che non costano un occhio della testa. Scusa per il ritardo Nell risposta. Senza computer e con solo il cellulare a volte perdo qualche pezzo…

  3. marzia scrive:

    Rimani senza fiato dinnanzi a spettacoli simili..
    Poi, grazie a te, possiamo viaggiare un pò ( sebbene virtualmente nell’India della quale personalmente conosco solo il mitico Taj Mahal, situato ad Agra; del fantastico mausoleo so che venne voluto nel 1632 dall’imperatore moghul Shah Jahan in memoria della moglie preferita Arjumand Banu Begum, meglio conosciuta come Mumtaz Mahal..
    Quindi ti son debitrice di questa nuova meraviglia!

  4. Uauh!!! Deve essere stupendo poter visitare simili posti. Sono rientrata da pochissimo dal mio viaggio in America e già vorrei rifare la valigia. Buon weekend😉

  5. tachimio scrive:

    Che splendore!!! Grazie mille. Con voi si scopre un mondo lontano pieno di magia. Isabella

  6. Mari scrive:

    Quando sono arrivata a Jodhpur pioveva, la città ci ha accolto con un’atmosfera strana, poco accogliente… Siamo finiti in una guesthouse all’apparenza molto carina, ma che aveva qualcosa di strano in realtà. La prima sera il titolare della Guesthouse s’è ubriacato tantissimo e si è messo al nostro tavolo, a parlare con l’indiano nostro amico che viaggiava con noi… La notte sono stata male e il giorno dopo son stata a letto tutto il gg, sono guarita proprio quando avevamo programmato di andar via. Durante il viaggio abbiamo poi saputo che il proprietario era morto in un incidente stradale… Una città che immaginavo molto bella e che invece mi ha lasciato una sensazione di spiacevolezza… Bello vederla attraverso i tuoi occhi e le tue foto, mi danno una prospettiva “altra”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...