Illusione.

ilcielo

Se non vedrò più

i tuoi occhi

un pezzo di cielo

sarà spento

e le stelle

mai più danzeranno

a ricordarmi

che siamo fatti di niente.

testo by  Esse. (Passoinindia)

Annunci

LEI

La notte le dita giocano al telefono

E’ passato tempo da quando

mi addormentavo leggendo un libro

Volti sconosciuti stordiscono su facebook

quello che cerco non lo trovo da anni

Storie d’amore ascoltate

nessuna da raccontare

Auguri caldi di una nuova annata

ma i suoi non giungeranno

Incontro amici, a volte anche per caso

nessuna coincidenza mi porta lei.

In questa grande India,

in questo Paese di umanità e bestialità

tutte le facce sembrano uguali

Solo della sua potrò dire essere quella di una donna.

 

{Testo Passoinindia}

foto da http://differenttruths.com/gender/does-marriage-still-define-the-life-of-indian-women/

 

 

 

 

Onde.

Sul fianco del mare
cerco anse
obliate dal vento

L’acqua bruisce
tra i sassi

Schegge di vetro
preziose come oro

Saluto il riflusso
che fugge
la sponda

Spuma l’onda
come bruma

Stuzzica la roccia
guarnisce la battigia

Un istante immutabile
poi tutto diviene…

Proprio come la nostra
ottusa esistenza.

(testo by PASSOININDIA)

 

RAGPICKER

 Dallo scrigno di POESIE  dell’amico Marco

(http://ipensierielepoesie.wordpress.com/)

ho tratto questa bellissima poesia.

Ringrazio Marco di averla scritta.

*****

RAGPICKER

Giovani anime derelitte

nei loro sguardi la serietà di un vecchio

giovinezza bruciata tra montagne di rifiuti

nelle discariche che la vita ci regala.

 

Persi sono i loro anni migliori

per uno sputo di sopravvivenza

umiliati nel cuore

da disprezzabili genti.

 

Tutto il giorno a sbattersi

per poche rupie

per un misero pasto

che non riempirà la loro magrezza

ma sazierà la loro dignità.

(Fantuzzi Marco)

***

per saperne di più leggi

“RASHMI CHE RACCOGLIE RIFIUTI”

https://passoinindia.wordpress.com/2014/03/04/rashmi-che-raccoglie-rifiuti/

Il regno delle donne

711039_236734666460182_1169789577_n

Il regno delle donne 

C’è un regno tutto tuo
che abito la notte
e le donne che stanno lì con te
son tante, amica mia,
sono enigmi di dolore
che noi uomini non scioglieremo mai.
Come bruciano le lacrime
come sembrano infinite
nessuno vede le ferite
che portate dentro voi.
Nella pioggia di Dio
qualche volta si annega
ma si puliscono i ricordi
prima che sia troppo tardi.

Guarda il sole quando scende
ed accende d’oro e porpora il mare
lo splendore è in voi
non svanisce mai
perché sapete che può ritornare il sole.
E se passa il temporale
siete giunchi ed il vento vi piega
ancor più forti voi delle querce e poi
anche il male non può farvi del male.

Una stampella d’oro
per arrivare al cielo
le donne inseguono l’amore.
Qualche volta, amica mia,
ti sembra quasi di volare
ma gli uomini non sono angeli.
Voi piangete al loro posto
per questo vi hanno scelto
e nascondete il volto
perché il dolore splende.
Un mistero che mai
riusciremo a capire
se nella vita ci si perde
non finirà la musica.

Guarda il sole quando scende
ed accende d’oro e porpora il mare
lo splendore è in voi
non svanisce mai
perché sapete che può ritornare il sole
dopo il buio ancora il sole.
E se passa il temporale
siete prime a ritrovare la voce
sempre regine voi
luce e inferno e poi
anche il male non può farvi del male.

Alda MERINI (donna).

Ti auguro tempo.

Poesia di Elli Michler, dal libro “Dir zugedacht”

Tempo per la vita

 

Non ti auguro un dono qualsiasi.

Ti auguro soltanto quello che i più non hanno.

Ti auguro Tempo, per divertirti e per ridere,

se lo impiegherai bene,

potrai ricevere qualcosa.

Ti auguro tempo,

per il tuo fare e il tuo pensare, non solo per te

stesso,

ma anche per donarlo agli altri.

Ti auguro tempo,

non per affettarti e correre, ma per essere

contento.

Ti auguro tempo,

non soltanto per trascorrerlo.

Ti auguro tempo

Perché te ne resti: tempo per stupirti e per

Fidarti.

Ti auguro tempo per toccare le stelle.

E tempo per crescere e maturare.

Ti auguro tempo,

per sperare nuovamente e per amare.

Non ha più senso rimandare.

Ti auguro tempo per ritrovare te stesso,

per vivere ogni tuo giorno,

ogni tua ora come un dono.

Ti auguro tempo per perdonare.

Ti auguro di avere tempo,

Tempo per la vita.

 

 

fonte: http://www.gentilezza.org/new/arte-e-letteratura/poesia-indiana.html

fonte foto: AMI VITALE, fotografa