Buon Natale a tutti.

In India, sono molte le religioni praticate ed ognuna ha la sua festa. I cristiani sono solo il 2,3% che comunque, sui grandi numeri della sua popolazione che supera il miliardo, sono oltre 25 milioni. 

BN-AW693_ichris_H_20131224012413

Le maggiori comunità cristiane si trovano in Assam, Manipur, Arunachal Pradesh, Nagaland, Mizoram, Meghalaya, nel nord-ovest dell’India, a Goa, sulla costa occidentale, in Kerala e in Tamil Nadu, nel sud. Il Natale, soprattutto in queste zone, viene celebrato come si fa in occidente. L’atmosfera natalizia si fa sentire giorni prima sottolieata dai canti natalizi e dalle performance dei bambini che ricordano la natività.

La vigilia di Natale tutta la famiglia si incammina per assitere alla messa di Mezzanotte facendo poi una grande festa con varie specialità culinarie e con lo scambio dei regali. Quella notte, i cristiani escono con giganti lanterne di carta, a forma di stelle e girano per le strade. Queste lanterne di carta a forma di stella sono anche appese tra le case in modo da formare un cielo stellato.

CIndia

Le Chiese sono illuminate che sembra giorno e, come le case, sono decorate con candele e piante di stelle di Natale. In India l’albero di Natale si fa con il banano o con il mango, le cui foglie servono anche per abbellire la casa, ma va bene qualunque albero si abbia a disposizone, anche gli abeti artificiali. Sui tetti delle case scintillano le luci delle lampande di argilla in cui i cristiani usano bruciare olio e le pareti esterne sono decorate con piccole luci proprio come si fa per il Diwali. Non manca il Presepe con piccole figure di creta e neppure Santa Claus, conosciuto come Baba Christmas, impersonato anche da attori di strada, che arriva a portare doni a ai bambini. Il Natale si festeggia con arrosto di pollo o tacchino e con la Torta di Natale, interamente fatta di frutta oltre ai dolci tipici locali come i neureos (piccoli dolci farciti con frutta secca e cocco e fritto) e i dodol (caramelle ripiene di cocco e anacardi). Non è infrequente che genti di altre religioni partecipino a questa grande festa.

121204045923-christmas-quiz-india-cross

A Natale gli uffici sono chiusi il giorno di Natale e i mezzi di trasporto pubblico limitati. Molti cristiani celebrano anche l’Epifania per ricordare i re Magi in visita a Gesù.

Santa Claus masks sold on roadside in Ahmedabad

immagini da

http://www.wsj.com

http://www.scmp.com

http://www.cnn.com

BUON NATALE DA PASSOININDIA

christmas

Non si dovrebbe celebrare la nascita di Cristo una volta all’anno, ma ogni giorno, perché Egli rivive in ognuno di noi. Gesù è nato e vissuto invano se non abbiamo imparato da lui a regolare la nostra vita sulla legge eterna dell’amore pieno. Là dove regna senza idea di vendetta e di violenza, il Cristo è vivo. Allora potremmo dire che il Cristo non nasce soltanto un giorno all’anno: è un avvenimento costante che può avverarsi in ognuna delle nostre vite. Quando la legge suprema dell’amore sarà capita e la sua pratica sarà universale, allora Dio regnerà sulla terra come regna in cielo. Il senso della vita consiste nello stabilire il Regno di Dio sulla terra, cioè nel proporre la sostituzione di una vita egoista, astiosa, violenta e irragionevole con una vita di amore, di fraternità, di libertà, di ragione. Quando sento cantare “gloria a Dio e pace in terra agli uomini di buona volontà” mi chiedo oggi come sia reso gloria a Dio e dove ci sia pace sulla terra. Finché la pace sarà una fame insaziata, finché noi non saremo riusciti a rinascere come uomini illuminati dallo Spirito, a instaurare con le persone rapporti autentici di comunione da cui siano estranei i sorrisi forzati, l’invidia, la gelosia, la falsa cortesia, la diplomazia, finché non avremo come senso della vita la ricerca della verità su noi stessi, del giusto, del bello, finché non saremo capaci di spogliarci dell’inautentico, di ciò che abbiamo di troppo a spese di coloro che non hanno niente, finché continueremo a calpestare i nostri sogni più belli e più profondi, il Cristo non sarà mai nato. Quando la pace autentica si sarà affermata, quando avremo sradicato la violenza dalla nostra civiltà, solo allora noi diremo che “Cristo è nato in mezzo a noi”. Allora non penseremo tanto ad un giorno che è un anniversario, ma ad un evento che può realizzarsi in tutta la nostra vita. Se dunque si augura un “buon Natale” senza dare un senso profondo a questa frase, tale augurio resta una semplice formula vuota.

GANDHI

                                                                                                             PURI

Sand artist Sudarsan Patnaik creates sand sculptures of Santa Claus and Jesus Christ on Christmas eve at a beach in Puri

fonte foto in testa  http://ambassadors.net/archives/issue21/photos.htm

(Altre: Babbi Natale sulla spiaggia di Puri, famosa per i festival sand, costruzioni di sabbia).